Sassari: PC Solidale, nuova vita ai vecchi computer

Ambiente e solidarietà, donazione e recupero, sensibilizzazione e corretta informazione. Sono questi i principi alla base di “Pc Solidale”, l’iniziativa nata dalla collaborazione tra alcune associazioni locali e il Settore Politiche Ambientali e verde pubblico del Comune di Sassari. Inserita all’interno del programma ufficiale della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”, prevista in contemporanea internazionale dal 20 al 28 novembre, l’iniziativa PC Solidale si propone di regalare nuova vita ai nostri vecchi PC evidenziando, al contempo, l’importanza del corretto smaltimento di questi strumenti che, troppo spesso, vengono messi da parte in nome del tanto ricercato aggiornamento tecnologico.

L’organizzazione dell’iniziativa è semplice e completa e vede la partecipazione attiva di diverse realtà sassaresi. Proposta dall’associazione JoinUs, impegnata nel territorio per l’educazione e la sensibilizzazione ambientale dei cittadini, PC Solidale ha trovato il supporto tecnico del centro assistenza Officine Informatiche e dell’associazione Plugs-Progetto Linux User Group Sassari e quello solidale del Gruppo Locale Greenpeace Sassari, dell’associazione noiDonne2005 e della libreria per ragazzi “Petali di Carta”.

Pc Solidale si rivolge a tutti quei cittadini in possesso di un computer inutilizzato, forse perché superato dal punto di vista tecnologico, forse perché leggermente danneggiato in una delle sue componenti e quindi non più funzionante, ma comunque ancora in grado di essere utile e utilizzato.

Da martedì 23 novembre i computer potranno essere donati alle associazioni direttamente presso la sede di Officine Informatiche, via Gramsci 38/f, che effettuerà il restyling tecnologico necessario affinché i nostri PC ridiventino perfettamente funzionanti. Grazie all’associazione Plugs, i computer utili verranno dotati del sistema operativo Linux, software libero e gratuito sempre più diffuso sul territorio, mentre quelli non più utilizzabili saranno correttamente smaltiti presso l’eco centro di via Ariosto. A sottolineare l’importanza del corretto smaltimento penseranno i volontari di Greenpeace che da anni denunciano i traffici illeciti legati ai rifiuti elettronici, troppo spesso inviati nei paesi in via di sviluppo come beni riutilizzabili per essere in realtà disassemblati e smembrati dai bambini del luogo in cambio di pochi dollari per tonnellate di materiale recuperato.

Inoltre, grazie alla collaborazione di noiDonne2005 e Petali di Carta, due realtà che, per lavoro e passione, trascorrono la loro giornata a contatto con associazioni e famiglie cittadine, i PC solidali potranno essere regalati a coloro che, pur avendone bisogno, non si possono permettere l’acquisto di un computer.

Sabato 28 novembre, a conclusione della “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti”, l’iniziativa si sposterà nella libreria “Petali di Carta”, dove i più piccoli, ma non solo, potranno intraprendere un viaggio alla scoperta della vita di un pc attraverso il libro e l’animazione di letture a tema.

Aderire a PC Solidale significa fare un gesto di solidarietà rispettando l’ambiente e i diritti dell’uomo.
L’iniziativa, nata per proseguire nel tempo, è aperta a tutte le associazioni che ne sposino i principi e vogliano entrare a far parte della rete solidale di Sassari.

Per maggiori informazioni sulla “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” è possibile visitare il sito nazionale www.menorifiuti.org o scrivere a joinus.sardegna@gmail.com

Sardies, 22/11/2010

Leggi anche

Torino: lo specchio della crisi nei cassonetti: nel 2011 rifiuti ridotti del 3,4%

Quasi 16 mila tonnellate di rifiuti in meno nel 2011. La raccolta differenziata resta invece al palo, registrando un incremento di solo mezzo punto...


Ferrara: rifiuti elettronici, raccolte da Hera 892 tonnellate

Boom di tv dismesse dopo il passaggio al digitale. Parte in città un progetto europeo finalizzato alla tracciabilità di questo genere di...


Rifiuti: RAEE, oltre 3mila i Centri di raccolta gestiti dai Comuni

Roma – SONO 3.564 i Centri di Raccolta gestiti dai Comuni e dalle aziende di servizi ambientali, con un incremento del 15% rispetto al 2009....